MESSINA. È stata eseguita dai poliziotti delle Volanti la misura cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Messina, nei confronti di una ventiquattrenne residente nel capoluogo peloritano.

La giovane, già ritenuta responsabile dei reati di estorsione e maltrattamenti in famiglia ai danni della madre, era stata sottoposta lo scorso 23 agosto agli arresti domiciliari. La donna però, per ben due volte si è arbitrariamente e ingiustificatamente allontanata dal luogo ove era stata ristretta.

Tale condotta ha, pertanto, reso necessario l’adozione della  misura cautelare di massimo rigore. L’Autorità Giudiziaria ha, quindi, disposto la revoca degli arresti domiciliari, sostituendoli con la misura della custodia cautelare in carcere.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments