MESSINA. Lo aveva annunciato tra il serio e il faceto qualche giorno dopo l’elezione all’Ars (e la sconfitta alla corsa per la presidenza della Regione Siciliana), da ieri sera è ufficiale: l’ex sindaco di Messina, e attuale presidente del consiglio comunale (per poco, sono previste a giorni le sue dimissioni e il subentro di Salvatore Caruso), nonchè deputato regionale Cateno De Luca, sarà in corsa per la poltrona di sindaco di Taormina nelle amministrative della prossima primavera (presumibilmente, la data non è stata ancora fissata). De Luca ha rotto gli indugi dopo aver valutato il suo stato di salute dopo il malore che lo ha colto a fine ottobre e il recupero dal quale è stato lungo, tanto che lo stesso De Luca, qualche giorno fa in un comizio a Santa Teresa di Riva, aveva messo in dubbio la possibilità di potersi candidare. Ieri, invece, la conferma: correrà. “Per me Taormina non e’ un’operazione politica, ma una scelta che coinvolge tutta la città”, ha spiegato De Luca dal pulpito del suo comizio di venerdi 6 davanti al duomo della cittadina ionica, aggiungendo che la sua è “una scelta d’amore per Taormina e I taorminesi e per la Sicilia. Non è una questione locale, Taormina infatti è anche nelle strategie di rilancio che abbiamo in mente per l’intera Sicilia e il meridione diventa fondamentale”. De Luca si confronterà con l’uscente Mario Bolognari, sindaco dal 2018 (ma già più volte primo cittadino in passato)

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
messinese stanco
messinese stanco
7 Gennaio 2023 10:11

eh bè, un attore come lui non può non esibirsi al Teatro Greco, seppur troppo chic