MESSINA“Sono trascorse già due settimane dall’incidente che ha reso inagibile la galleria Telegrafo e molti sono stati i disagi per gli utenti, dai numerosi lavoratori che risiedono in provincia agli autotrasportatori che fanno spola dalla Sicilia alla penisola. Ci si sarebbe attesi, nell’attesa del completamento dei dovuti controlli e dei lavori di messa in sicurezza, che il CAS sospendesse, almeno temporaneamente, il pagamento del casello di Villafranca, come compensazione simbolica per l’aumento dei tempi di percorrenza e dei consumi di carburante che questa interruzione comporta. È sempre in tempo per farlo”. È quanto si legge in un comunicato stampa di Azione Messina sul caso della galleria Telegrafo. 

Contestualmente – scrivono – rinnoviamo l’appello che già da anni i residenti messinesi delle aree limitrofe al casello di Villafranca portano avanti affinché siano esentati dal pagamento di quello che è un pedaggio iniquo e ingiustificato”

“Chiediamo inoltre alle autorità competenti – aggiunge il segretario cittadino Salvatore Grosso – maggiori controlli sulle strade collinari in cui in questi giorni si è riversato il traffico. Si segnalano non solo manovre e sorpassi pericolosi, ma anche numerosi cumuli di rifiuti disseminati sul ciglio della strada o sulle scarpate. Occorrerà infine fare una stima delle condizioni dell’asfalto, già in molti tratti usurato, dopo il passaggio di questo volume di mezzi pesanti”, conclude. 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments