MESSINA. E’ morto nella notte di domenica il regista messinese Gianfranco Serraino, accoltellato dal suo compagno di stanza durante una lite in una casa a Van Nuys, negli Stati Uniti (blocco 13400 di Valerio Street). Secondo la polizia di Los Angeles, il delitto è stato commesso in camera da letto, intorno alle 22 e che l’omicida è ancora ricercato. A dare la notizia, invece, è stata l’amica Lys Sparrow con un post su Facebook.

Gianfranco Serraino aveva lasciato Messina 13 anni fa, per trasferirsi a Los Angeles, dopo essersi fidanzato e sposato nel 2014. «Gianfranco amava la moda – scrive l’amica Lys – il buon cibo, i vini pregiati e la vodka! Amava discutere di culture e storia, ma soprattutto amava guardare e parlare di film! È stato un grande fotografo e regista che ha iniziato la sua carriera in Italia, e ha lavorato anche per sette anni a Parigi, prima di partire per Hollywood. La sua passione era per gli animali, e dare voce alle ingiustizie che subivano».

Gianfranco Serraino con Lys Sparrow

guest
2 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] MESSINA. La morte del regista messinese Gianfranco Serraino? Non è avvenuta al culmine di una lite. E’ quanto dichiara il fratello minore Giorgio, intervenuto con una nota dove racconta una versione molto differente da quella che è girata in questi giorni, anche rispetto ai giornali locali di Los Angeles, dove si trovava il cineasta quando è stato accoltellato nel suo appartamento (qui la notizia). […]

trackback

[…] terranno a Messina i funerali del regista messinese Gianfranco Serraino, assassinato a Los Angeles lo scorso 13 settembre nella casa in cui si era trasferito dopo la separazione (non ancora ufficializzata) dalla moglie […]