TAORMINA. Un’assegnazione provvisoria, un ricorso annunciato (e in arrivo), e un nuovo parere legale per decidere o meno del destino della Agnus Dei di Tiziana Rocca: a dirimere la matassa ingarbugliata che, allo stato attuale, avvolge l’edizione numero 63 del Taormina Film Festival, dovrà essere il Comitato Taormina Arte, chiamato ad assegnare definitivamente l’organizzazione della kermesse che si svolgerà dal 10 al 17 giugno prossimi (G7 permettendo).
LO STATO DELL’ARTE. Una decisione che appare tutt’altro che scontata, tenendo conto della composizione del Comitato e del doppio ruolo di Renato Accorinti che ne fa parte, insieme al primo cittadino di Taormina, sia come sindaco di Messina che della Città Metropolitana. All’organismo, infatti, toccherà decidere se rendere definitiva l’assegnazione provvisoria a Videobank, risultata vincitrice perché con una documentazione ineccepibile ma con un punteggio di 48/80 per l’offerta artistica, o riconsiderare la Agnus Dei, che di punti ne aveva totalizzati 63, seppur con un’offerta economica elaborata in maniera diversa da quanto prescritto dal bando di gara. Se il Comitato, seguendo le indicazioni della commissione di gara, presieduta da Alessandro Rais e composta da Franco Cicero e Ninni Bruschetta, dovesse chiedere un parere legale che riaprirebbe le porte alla società di Tiziana Rocca (che già conterebbe sul maggior punteggio), l’incognita per l’assegnazione sarebbe proprio Renato Accorinti, che ha due voti. Ecco perché.
AGNUS & GERE. Punto di partenza del Festival pensato dalla Agnus Dei, infatti, è l’apertura del Festival a Messina, il 9 giugno, alla presenza di Richard Gere, che accoglierebbe la richiesta del primo cittadino di recarsi alla “Casa di Vincenzo”; un evento che seguirebbe la già prevista visita del Dalai Lama a maggio e che Accorinti vuole ardentemente. Per il resto, stante il meccanismo del bando, se riammessa alla gara, la società, avendo un punteggio superiore, non avrebbe alcun problema ad elaborare un’offerta economica migliore della Videobank. La Agnus Dei ha organizzato il Festival dal 2012 fino allo scorso anno. Tra le proposte della Rocca, oltre a Richard Gere, una serie di serate dedicate, tra le altre, ad Al Pacino, a Joanne Rowling (autrice di Harry Potter) e alla Pace con Andrea Bocelli, sette film americani del Teatro Antico, a partire da “Cars 3” della Disney, e ospiti già confermati, oltre Pacino e Gere, tra i quali Kevin Costner, Pierce Brosnan, Charlize Theron e Miguel Bosè.
VIDEOBANK E LAUDADIO. La società, che da anni fornisce supporto tecnico a Taoarte (anche durante la gestione Rocca), ha guadagnato i suoi 48 punti, grazie a una preapertura a Messina (passaggio obbligato) alla presenza di Johnny Depp (che però, in contemporanea, potrebbe essere impegnato nella presentazione del nuovo episodio della saga de “I Pirati dei Caraibi), alle serate al Teatro Antico per festeggiare i compleanni di personaggi famosi, a una giuria per il concorso (che vedrà in gara due film) composta da Gianni Amelio, Laura Morante, Luigi Lo Cascio, Fabrizio Gifuni, Michael Radford e Greta Scacchi, alle masterclass, a una rassegna di tutti i film tratti da Luigi Pirandello (in omaggio ai 150 anni dalla nascita) e a un ampliamento del Premio “Scilla e Cariddi”. Il comitato di direzione proposto dalla società di Belpasso vede schierati, oltre a Felice Laudadio (direttore del Festival dal 1999 al 2006), Enrico Magrelli, Marco Spagnoli, Silvia Bizio e Gianvito Casadonte.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments