MESSINA. Continua il braccio di ferro tra FC Messina e il Comune di Messina sull’aggiudicazione dello stadio “F.Scoglio”. A rendere nota la decisione del Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia, sezione staccata di Catania è stata l’assessora al Contezioso Dafne Musolino. Difatti, il TAR ha rigettato la domanda cautelare proposta dal FC Messina per l’annullamento della determinazione del Comune di Messina n. 5594 del 24.06.2021, relativa alla procedura aperta per l’affidamento della concessione in gestione dell’impianto sportivo stadio “F. Scoglio”, con la quale è stata disposta la non aggiudicazione della gara.

I giudici amministrativi hanno altresì condannato FC Messina al pagamento, nei confronti di ciascun soggetto costituito, delle spese della fase cautelare. Per la trattazione del ricorso nel merito la prima udienza è stata fissata in data 13 gennaio 2022.

“Le sentenze non si commentano e nemmeno le ordinanze – ha dichiarato l’Assessore Musolino – ma credo sia doveroso sottolineare come il TAR abbia ravvisato un difetto del pregiudizio grave ed irreparabile lamentato dal ricorrente, sia sotto il profilo patrimoniale che del danno all’immagine della società.” “Conforta sapere – ha aggiunto l’assessore allo Sport, Francesco Gallo – che si possa continuare a lavorare per la riqualificazione e la gestione dello stadio Scoglio, senza dare ascolto ai profeti di sventura e mirando solo alla tutela del bene pubblico.”

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments