MESSINA. Via Sant’Agostino cade a pezzi. Letteralmente. È stato appena chiuso dalla polizia municipale il tratto di strada tra il liceo scientifico Seguenza e la via XXIV maggio, a causa di una voragine che si è aperta nella strada.

La fenditura non è grossa, ma al di sotto ci sono ottanta metri cubi di volume, una trentina di metri quadrati di superficie e quattro di profondità di niente assoluto: a tenere ancora in piedi la strada è solo la soletta e l’asfalto posato sopra.

Le auto posteggiate ai lati sono state fatte spostare, e si cercano di rintracciare i proprietari di quelle in sosta.

Il tubo che si intravede e che “consolida” la strada è una conduttura fognaria. Il sottosuolo è probabilmente stato eroso da perdite nelle tubature.

Non è la prima volta che la stessa strada, poco più a monte, si apre: anche perché al di sotto ci passa un torrente naturale che con le urbanizzazioni è stato “tombinato”.

 

 

 

 

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] c’è pace per le dissestate strade di Messina. Dopo i piccoli e grandi crateri che negli anni passati fanno funestato la via Sant’Agostino e altre zone del centro, a cedere è adesso un tratto di via Santa Maria dell’Arco, chiuso al […]