MESSINA. “Dallo scorso giugno i locali della scuola per l’infanzia del villaggio Matteotti sono privi di alimentazione elettrica. Le attività didattiche sono riprese da dieci giorni e gli studenti sono costretti ad operare come nell’Età della Pietra”. È quanto si legge in una nota del presidente della V Circoscrizione Santino Morabito indirizzata all’assessore Gaetano Cacciola

“Le cause dell’interruzione – scrive l’esponente del V quartiere – non sono di natura accidentale o tecnica. Sembrerebbe infatti che l’ufficio comunale Pubblica Illuminazione abbia inteso staccare l’alimentazione all’istituto in quanto la fornitura di 30 kw attribuita al contatore è stata considerata eccessiva per le reali necessità del plesso e troppo onerosa per le casse comunali”.

“Probabilmente – prosegue Morabito – tali considerazione avranno anche una loro ragionevolezza, ma a distanza di tre mesi non si può sorvolare sugli effetti disastrosi di tale scelta. Inoltre, tale disservizio sta facendo slittare l’avvio delle attività di doposcuola e i servizi pomeridiani di sostegno allo studio. Questa Presidenza – conclude la nota – raccogliendo le tante segnalazioni e lamentele di genitori, operatori scolastici ed educatori, non può non stigmatizzare il comportamento del Dipartimento comunale, che avrebbe quantomeno dovuto garantire il ripristino della fornitura con la medesima solerzia dimostrata nel lasciare i locali scolastici al buio”. 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments