MESSINA. Non c’è nessun motivo medico o epidemiologico per istituire la didattica a distanza. È quanto ha spiegato Edda Paino, dirigente del dipartimento Prevenzione dell’Asp di Messina, al sindaco Cateno De Luca, e per conoscenza al commissario della stessa Asp Bernardo Alagna e al commissario per l’emergenza covid Alberto Firenze.

“Benché l’indice dei contagi sia elevato in tutto il territorio provinciale, non si ha evidenza in atto di focolai nella popolazione studentesca, e pertanto si esprime parere negativo in merito alla sospensione dell’attività didattica in presenza”, ha scritto Edda Paino rispondendo alla richiesta di De Luca, che aveva domandato all’Asp un parere in merito alla sospensione del ritorno in aula da parte degli studenti e all’attuazione della didattica a distanza.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments