MESSINA. “Una risoluzione presentata in IX Commissione Trasporti, che impegna il governo a potenziare le infrastrutture presenti nel territorio nebroideo e ad avviare in tempi brevi i lavori per la realizzazione del raddoppio ferroviario lungo la linea Patti Castelbuono”. Si tratta di un atto pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale che porta la firma della deputata di Fratelli d’Italia Ella Bucalo, che lo ha sottoscritto insieme ai colleghi Silvestroni e Rotelli.

”Le risorse impiegate attraverso il PNRR – spiega la Bucalo – sono altamente insufficienti a garantire un adeguato sviluppo infrastrutturale all’isola più grande del Mediterraneo. Le uniche opere infrastrutturali presenti nel Recovery Plan sono quelle relative all’ammodernamento della rete ferroviaria Messina-Catania-Palermo, già in parte stanziate: tutto il resto è un bluff. Inoltre, la provincia di Messina, la più importante per flussi turistici e per l’agroalimentare, è stata dimenticata dagli investimenti infrastrutturali, i quali sono riguardanti esclusivamente il miglioramento della rete ferroviaria Messina-Catania- Palermo. La costa tirrenica e nebroidea risulta dimenticata da qualsiasi investimento e risulta ancora la linea ferroviaria a binario unico nella tratta Patti Castelbuono. Non solo. Il sistema sanitario in questa parte di territorio è altamente carente con un unico ospedale tra l’altro depotenziato nella cittadina di Sant’Agata Militello che dovrebbe servire una popolazione di circa 150000 abitanti”.

“Per questo motivo – conclude la deputata di Fratelli D’Italia – ho presentato una risoluzione in commissione, ad integrazione del PNRR, con la quale chiedo il completamento del doppio binario sulla tratta Messina-Palermo, il miglioramento della strada intervalliva di collegamento Nebrodi-Catania, la ristrutturazione e l’ampliamento del presidio ospedaliero di S. Agata di Militello”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments