MESSINA. Un pullman degli anni ’70 “brandizzato” per sostenere un disegno di legge sulla regolamentazione degli artisti di strada: è l’iniziativa che il deputato regionale di Forza Italia Luigi Genovese ha messo in campo durante le feste, tramite “Il Lab”, il co-working che durante la campagna elettorale per le regionali di novembre del 2017 aveva sostenuto il giovane parlamentare, e che era rimasto inattivo per un anno dopo la sua elezione, senza che dalla pagina Facebook che lo animava provenissero segni di vita. Alla vigilia di Natale, invece, si è rianimato, per sostenere il disegno di legge che Luigi Genovese ha proposto a marzo “norme per l’esercizio dell’arte di strada nei comuni della Sicilia”. Come? Con un vecchio bus, che è andato in giro per la città, coi marchi del Lab, a postare gli artisti di strada in giro per la città ad esibirsi.

Un esperimento di marketing politico per diffondere i contenuti del provvedimento legislativo che poi, via via, è diventato anche altro: un momento di festa e di unione, uno spettacolo itinerante, una forma particolare di promozione dell’arte e della bellezza, culminato in un video che vede gli artisti esibirsi a san Michele e a piazza Cairoli.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments