MESSINA. Il sindaco Federico Basile, in una nota inviata stamani alla Corte dei Conti, ha richiesto un’audizione in presenza presso la sede della Sezione di Controllo per la Regione siciliana, a Palermo. “La richiesta di audizione si ritiene necessaria – scrive il Sindaco – in quanto a tutt’oggi, risulta ancora in corso l’istruttoria del Piano di riequilibrio finanziario pluriennale, approvato con Delibera del Consiglio comunale n.11/c del 11.02.2013, e successivamente rimodulato ai sensi dell’art.243 bis comma 5 del D.Lgs.267/00”. Il piano di riequilibrio era stato, dopo quasi dieci anni dalla sua prima stesura, accolto dal ministero dell’Interno, a inizio 2022. Successivamente, la Corte dei Conti ha chiesto chiarimenti sottoponendo al Comune di Messina una serie di criticità. In una audizione, in modalità on-line, l’ex sindaco Cateno De Luca e Basile, all’epoca in qualità direttore generale, avevano risposto ai quesiti, e si erano avvalsi della facoltà, concessa dalla legge, di rimodulare ulteriormente il piano. Infine, alle dimissioni di De Luca, la richiesta di una ulteriore rimodulazione per arrivata dal Commissario straordinario Leonardo Santoro

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments