MESSINA. Si è costituito ieri a Palazzo Zanca il comitato spontaneo di cittadini per lo svincolo autostradale di Monforte San Giorgio, con  lo scopo di promuovere la realizzazione dell’infrastruttura di cui si parla da decenni, già inserita nella Convenzione tra l’Anas (il Ministero dei Trasporti subentra ad Anas dal il MIT, subentrato ad Anas S.p.A. dal primo ottobre 2012) ed il Consorzio per le Autostrade Siciliane nel 2000. Finanziata nell’ambito dei progetti del “Patto per lo Sviluppo della Città Metropolitana di Messina” – Masterplan il 22 ottobre 2016 per la cifra di 15milioni di euro e poi de-finanziata il 28 Ottobre 2019 con l’Atto modificativo del Patto per lo Sviluppo della Città di Messina.

Il comitato si propone di “perseguire il suo scopo attraverso attività ed iniziative volte a informare i cittadini sull’operato delle istituzioni preposte e sull’andamento e sviluppo dell’iter che dovrebbe portare alla cantierizzazione dell’opera, e promuovere la consapevolezza, per tutti gli abitanti della zona tirrenica di Messina, dell’importanza dell’infrastruttura per i comuni ricompresi tra gli svincoli di Rometta e Milazzo, al fine di permettere un maggiore sviluppo e competitività delle imprese della zona, una migliore attrattività turistica e liberare da parte del traffico l’affollata strada statale 113 (settentrionale sicula) unica strada di collegamento tra tutti i comuni della zona”, spiegano.

Non è mancata una frecciata alla Città Metropolitana di Messina, “che è l’ente attuatore è che sembra accettare passivamente ogni ritardo ed intoppo, mostrando disinteresse verso l’opera fino a de-finanziarla con la richiesta di modifica al Masterplan”, e il Consorzio per le Autostrade Siciliane “primo responsabile dei ritardi accumulati e della mancata realizzazione dell’infrastruttura”.

“Siamo molto soddisfatti – dichiara Emanuele Crimaldi, portavoce del comitato –  in pochi giorni abbiamo già raccolto quasi duecento adesioni personali senza avere ancora, nemmeno una presenza sui social. Adesso chiederemo un incontro al Consorzio per le Autostrade Siciliane ed uno al Prefetto, per sottolineare l’importanza anche sociale ed economica che questo svincolo ha su tutta la zona tirrenica messinese. Subito dopo, grazie alla disponibilità del sindaco Cannistrà, inviteremo tutti i sindaci del comprensorio e la deputazione messinese ad un incontro sul tema”.

“Ho seguito da vicino tutto l’iter – ha spiegato Angela Raffa, deputata del M5S –  e rinnovo qui la mia disponibilità a spendermi per la realizzazione di un opera che ritengo di vitale importanza per tutti i comuni del comprensorio tra Rometta e Milazzo. Nonostante la disponibilità mostrata dai governi Conte in più occasioni, l’allora sottosegretario on. Roberto Traversi venne proprio a Monforte a ribadire il sostegno che il Governo avrebbe assicurato a questa infrastruttura, il progetto non solo ha subito enormi ritardi, ma è stato incredibilmente de-finanziato dalla Città Metropolitana. Adesso ci sia l’impegno di tutti, sarebbe gravissimo perdere questa occasione”.

“È arrivato il momento di liberarci dalla morsa della giocoleria di palazzo – aggiunge Giuseppe Cannistrà sindaco di Monforte San Giorgio – e agire a tutti i livelli perché questo Svincolo si realizzi. Ribadiamo che è un’opera di fondamentale importanza strategica per il territorio tirrenico. Ringrazio l’on. Raffa per l’attenzione e l’impegno fattivo che ha sempre profuso sulla questione dello Svincolo di Monforte San Giorgio, ed Emanuele Crimaldi per il prezioso ruolo fattivo di coordinamento che sta svolgendo tra società civile e istituzioni a vari livelli. Siamo decisi a non fermarci e combattere in tutte le sedi”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments