MESSINA. “Il sindaco di Messina, Renato Accorinti, nell’apprendere la notizia della morte di Jake La Motta, lo ricorda anche a nome dell’Amministrazione comunale in quanto La Motta, il cui padre era nato a Messina, è stato nel pugilato campione mondiale dei pesi medi, firmando grandi imprese sportive”.

L’amministrazione ricorda la figura del leggendario pugile newyorkese, morto ieri a 96 anni per un apolmonite, e immortalato sul grande schermo da Robert De Niro in Raging bull (Toro scatenato nell’edizione italiana), campione dei pesi medi (83 incontri vinti su 106, ben trenta per K.O.) e soprannominato “il toro del Bronx” per il suo stile irruento.

Nel 1960 LaMotta, chiamato a testimoniare davanti alla sottocommissione del Senato americano denominata Comitato parlamentare sulla criminalità organizzata a proposito dell’influenza della malavita nel mondo della boxe, ammise di aver perso il suo incontro contro Billy Fox nel 1947 su pressioni della mafia. “La Motta è stato un’icona del passato, coniugando sempre il coraggio delle sue azioni al rischio di rovinarsi la reputazione”, ha commentato Accorinti.

Clicca per leggere  “Cu nesci arrinesci, la mappa per andare alla ricerca delle radici dei siciliani famosi nel mondo”

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments