MILO. La Soprintendenza dei beni culturali e ambientali di Catania ha avviato la procedura di dichiarazione di interesse culturale per “Villa Grazia”, la casa di Franco Battiato a Milo, dove il maestro viveva ormai da parecchi anni. Il procedimento terminerà entro 120 giorni con l’apposizione del vincolo che dichiarerà la villa un bene culturale.

«Villa Grazia è un luogo unico – spiega l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – perché esprime quel silenzio e quella spiritualità che Franco Battiato ci ha donato con la sua arte. Il vincolo culturale è un gesto di amore verso l’artista, ma anche di rispetto e di attenzione per quella che fu la sua dimora. Un luogo che ci invita alla riflessione, all’introspezione e alla ricerca della verità: un microcosmo alle pendici della montagna sacra, che con questo gesto vorremmo che fosse ulteriormente valorizzato, nel nome di questo grande, grandissimo artista».

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments