MESSINA. Nuovo “stop” nei confronti del consigliere comunale Salvatore Sorbello da parte di Facebook, che ha bloccato la pagina dell’esponente di OraSicilia per 7 giorni. Il motivo? Ancora un post su Benito Mussolini, chiamato “SE” (Sua eccellenza) e “Cav” (Cavaliere), in quanto, scrive Sorbello, “entrambi i titoli non sono stati mai revocati”.

Meno di una settimana fa, il consigliere fa aveva pubblicato il necrologio del duce e per questo la sua pagina social era stata sospesa per due giorni. Il giorno dopo era arrivato il richiamo della presidenza del Consiglio comunale (da lui definito illegittimo) mentre oggi la conferenza dei capigruppo ha pubblicato una nota per dissociarsi dalle sue dichiarazioni.  A prendere posizione, nei giorni scorsi, era stato anche il movimento politico “Cambiamo Messina dal Basso”, che ha chiesto le dimissioni del Consigliere per le sue “considerazioni” sul 25 aprile, definito una pagliacciata, e sull’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini (chiamato “criminale assassino” e “vile uomo senza dignità”).

Nonostante gli avvertimenti di Facebook e i numerosi attacchi politici, Sorbello tuttavia non demorde (ieri ha preso di mira il 1 maggio, definendo la ricorrenza un “festa dei sovversivi”).

Curiosità: non è la prima volta (e nemmeno la seconda) che il consigliere Salvatore Sorbello riceve un richiamo da Facebook: il 24 marzo ha ricevuto un avvertimento e, nello stesso giorno, gli è stato bloccato l’account per 24 ore. La prossima volta sarà per 30 giorni.

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments