MESSINA. Il maestoso santuario di Cristo Re, che si erge imperioso sull’abitato, Piazza Duomo con la Falce sullo sfondo, uno sguardo insolito su Palazzo Zanca e Piazza Antonello vista con gli occhi di un rapace. Sono solo alcuni dei bellissimi scatti realizzati con l’ausilio di un drone da Andrea Peri, 31enne originario di Taormina (ma residente a Giardini), che ha immortalato alcuni degli scorci più caratteristici di Messina da una prospettiva inedita, mostrando i monumenti, le strade e le piazze di una città semi deserta ma sempre suggestiva (quantomeno dall’alto).

Pubblicate su Facebook e sulla sua pagina Instagram, le immagini hanno subito ottenuto una pioggia di like e condivisioni. Per Andrea, ex calciatore, quella per la “fotografia aerea” è una passione nata di recente, circa sei mesi fa, quando ha iniziato a impiegare il suo tempo libero per ritrarre dal cielo alcune fra le location più belle della provincia: dai laghi di Ganzirri al Teatro greco di Taormina (video in basso), dal Santuario di Tindari a Savoca e alle Gole dell’Alcantara. Ma non è finita qui: il prossimo obiettivo, spiega, è quello di un vero e proprio tour della Sicilia in compagnia della sua ragazza Giusy, con tappe a Montalbano, Marzamemi, Siracusa, Palermo e Agrigento.

 

 

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments