MESSINA. È stata riconsegnata stamani alla cittadinanza la centralissima via Cicerone, strada nel cuore del centro storico che per anni è stata protagonista di un lungo contenzioso sulla titolarità dell’area. A lungo chiusa al transito, sterrata, al buio e in preda alle erbacce e al degrado, spesso utilizzata come orinatoio, la “nuova” via è stata adesso riqualificata con il rifacimento del manto stradale, varie aiuole, una nuova illuminazione ed elementi di arredo urbano. A “tagliare il nastro” della strada, adesso pedonale, il sindaco Federico Basile, il vicesindaco Salvatore Mondello e l’assessore Francesco Caminiti.

I costi dell’intervento, a base d’asta, ammontano a 390mila euro, e riguardano la qualificazione di via Malvagna (in corso) e via Peculio Frumentario. Le pietre utilizzate per la pavimentazione provengono da via Don Blasco, ha spiegato il vicesindaco Mondello, che ha ricordato anche il “blitz” di Cateno De Luca, il quale aveva acceso i riflettori sulle condizioni della strada nel corso di j a diretta.

 




 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments