CATANIA. Un’eruzione di intensa energia  è stata registrata ieri sera sull’Etna. L’attività del cratere di Sud-Est è passata da stromboliana a fontana di lava con l’emissione di una nube di cenere lavica alta circa 10 chilometri che si disperde nel settore occidentale del vulcano.

Il flusso lavico prodotto continua ad essere ben alimentato. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo, di Catania segnala che l’ampiezza media del tremore dei condotti magmatici interni ha raggiunto valori molto elevati. Le sorgenti permangono nell’area del cratere di Sud Est, a una quota di circa 2.900-3.000 metri sopra il livello del mare. Anche l’attività infrasonica ha raggiunto valori molto elevati ed è localizzata al cratere di Sud Est. L’Ingv ha emesso un’allerta per il volo (Vona) di colore rosso, ma l’attuale attività del vulcano non impatta sulla piena operatività dell’aeroporto internazionale di Catania.

 

Foto di Dario Lo Scavo

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] cessata nella notte la nuova fase eruttiva del cratere di Sud-Est dell’Etna, che è stata caratterizzata dalla potenza e dall’energia scaturita. La […]