MESSINA. La mozione di sfiducia al sindaco Renato Accorinti e alla sua giunta, da discutere e votare in consiglio comunale mercoledi 15, arriva sul blog del celebre giornalista del Corriere della Sera Beppe Severgnini. Nella sua pagina, infatti, l’opinionista dai capelli bianchi e con la frangetta, ospita l’intervento di Fabrizio Vinci, messinese e blogger anch’egli.

L’intervento, che si intitola “La Messina che verrà…”, guarda al futuro. Alla sfiducia, ma anche al termine del mandato da sindaco. “Verrà il giorno in cui Renato Accorinti cesserà d’essere sindaco di Messina; sarà per sfiducia o fine mandato, solo questione di tempo”, scrive Vinci, che poi si lancia in considerazioni profetiche sul prossimo sindaco della città: “Probabilmente sarà la volta di un leader populista più o meno indipendente: il messinese medio, come tutti, vuole tornare a sognare”. 

Poi un identikit: “Il candidato ideale dovrà possedere il giusto carisma per convincere i cittadini peloritani che una rinascita è possibile. Servono intenti comuni nei quali riconoscersi e per i quali lottare insieme, nel tentativo di giungere al fine ultimo rappresentato dal benessere della nostra città”.

La discussione sulla sfiducia a tutta l’avventura amministrativa iniziata nel giugno del 2013 (l’eventuale voto favorevole alla mozione farebbe decadere sindaco e giunta, ma anche il consiglio che la voterebbe) travalica quindi i confini, e approda sulle pagine nazionali.

Nel frattempo, a Messina i contrari alla sfiducia si organizzano. Sulla celebre piattaforma dedicata alle petizioni Change.org, la pagina “Sfiducia al sindaco Accorinti? Noi diciamo no” sta raccogliendo firme contro la mozione. Le stesse firme, si possono apporre “de visu” presso la sede di Cambiamo Messina dal Basso di via Mario Giurba. Il termine è fissato per stasera alle 22.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments