18.51. Seduta aperta e immediatamente chiusa. Abbiamo scherzato.

Nel frattempo De Luca è di nuovo in diretta, ribadendo i concetti già illustrati da febbraio a oggi: “asini volanti, mando i consiglieri a fare in culo”. La seduta è aggiornata per domani, la diretta di LetteraEmme termina qui.

 


18.48. Colpo di scena: Cateno De Luca rientra in aula insieme agli assessori Enzo Caruso, Carlotta Previti e Dafne Musolino

 


 

18.45. Nel frattempo, a una decina di minuti dalla ripresa del consiglio prevista per le 18.51, invece di girarci i pollici ( facciamo qualche congettura. La seduta sarà chiusa per mancanza di numero legale, e sarà riconvocata per domani, come legge prescrive. De Luca ha già annunciato che non ci sarà, ma non ci saranno nemmeno i firmatari del documento letto da Cardile, cosicchè entrambe le parti potranno continuare ad incolpare l’altra di irresponsabilità.

 


 

18.33. A proposito di “asini volanti”, alla fine del discorso di Claudio Cardile, De Luca ha voluto ribadire il concetto, e cosa ne ha pensato della sua mozione pregiudiziale, in un momento topico della seduta

Nel corso della diretta comunque ha puntualizzato che “asini volanti” attiene al profilo politico e non personale.


 

18.24. Quella dei consiglieri sa molto di fuga. Strategica, ma comunque fuga, e più che metterlo in difficoltà, a De Luca hanno fornito un ulteriore pretesto, visto che per il sindaco, le polemiche e lo scontro frontale sono come gli spinaci per Popeye. Comunque, le ragioni della protesta sono state affidate ad un comunicato letto dal presidente Claudio Cardile (a questo link)

 


 

18.21. La domanda adesso è: che succederà? Non lo domandate a noi, che siamo seduti in questa landa desolata attendendo di sapere cosa ne sarà del resto della serata…

 


18.20. L’impressione, confermata dai fatti, è che il copione della serata fosse già scritto, con pochissime possibilità di colpi di scena. Il consiglio è salito sull’Aventino, De Luca non indietreggia di un passo. La sua diretta si chiude senza grossi colpi di scena

 


 

18.11. “Poteva essere un momento di grande democazia, in cui mi si smontava la relazione punto per punto: invece hanno preferito scappare“, spiega il sindaco, che ha annunciato che andrà via senza partecipare alla seduta quando alle 18 riprenderà.

 


 

18.10. Tutti i sassolini che aveva nella scarpa, De Luca se li sta togliendo, spaziando dalla munnizza che qualche consigliere comunale si butterebbe sulla macchina (non chiedete a noi…), alla benzina sul fuoco che sempre qualche consigliere comunale getterebbe, cosa che secondo De Luca metterebbe in pericolo la sua vita. Ad ogni buon conto, spiega, chiederà provvedimenti nei confronti del consiglio.

 


 

18.05. De Luca è in modalità Full Metal Jacket. Su una cosa però ha ragione: la relazione sull’attività annuale è obbligo di legge, così come la discussione in consiglio comunale, dieci giorni dopo il deposito. Questo tra una botta di asini volanti e l’altra

 


 

18.01. Sei o sette minuti di “sciccareddu di lu me cori” prima che De Luca inizi a parlare. Abbiamo visto cose che noi umani…

 


 

17.58. Giusto per distendere gli animi e porgere il ramoscello d’ulivo, De Luca è su facebook con una diretta dal titolo “Gli asini volanti hanno colpito ancora”…

 


 

17.51. La seduta è aggiornata alle 18.51, ma il fatto che riprenda non è nemmeno quotato. Si certifica definitivamente la spaccatura tra sindaco e consiglio comunale. Per la cronaca, in aula erano rimasti Nino Interdonato (presidente), Ciccio Cipolla, Serena Giannetto e Alessandro De Leo, tutti del gruppo misto, di fatto i consiglieri che sostengono l’amministrazione. De Luca e i suoi assessori si sono chiusi nella stanza del sindaco per prendere le decisioni consequenziali. Lo stesso hanno fatto i consiglieri, nei rispettivi gruppi.

 


 

17.50. La seduta, iniziata da tre minuti, è sospesa: l’aula si è svuotata, con soli cinque consiglieri (compreso il vicesindaco Nino Interdonato a presiedere) rimasti in aula. Il sindaco, e gli assessori abbandonano l’aula. La seduta finisce prima di iniziare. Tutto molto bello…

 


 

17.47.Assenze, delegittimazione, offese, sulla base di queste considerazioni appare inutile e superfluo il rito della presentazione della relazione del sindaco al consiglio, perchè lo stesso non riconosce il ruolo”. Prima bomba a mano da parte del presidente del consiglio Claudio Cardile.

 


 

17.43. Inizia la seduta, presenti 21 consiglieri (su 32). SI inizia con un minuto di silenzio per la morte dell’operaio ieri nel cantiere dello svincolo di Ritiro.

 


17.42. In aula c’è un silenzio irreale (noi immaginiamo una musica tipo Ennio Morricone). Gli scenari probabili sono due: il sindaco illustra la sua relazione e inizia il dibattito, che si preannuncia lungo, oppure i consiglieri scelgono la sedizione, e abbandonano l’aula in segno di protesta. Tra qualche minuto si capirà di più

 


17.40. Sta per iniziare la seduta di consiglio comunale in cui il sindaco Cateno De Luca (assente in aula da mesi, a causa della rottura col consiglio dopo l’episodio degli “asini volanti) relazionerà sul terzo anno di attività della sua amministrazione. Sono previsti colpi di scena (no spoiler, ma l’atmosfera è piuttosto calda). Al solito, la seduta era prevista per le 17, ma pare che gli orogoli dei consiglieri e del sindaco (che è arrivato alle 17.30) non funziono mai a dovere

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments