ROMA. Nessun messinese. Dalla direzione nazionale del Pd il dato è netto: nonostante l’affermazione di Emiliano e Orlando, tra le più alte d’Italia, nessuno dei messinesi è stato premiato. Tra i più “colpiti” dagli ingressi in direzione, Giuseppe Antoci che resta all’asciutto, cedendo il passo a Giuseppe Lumia. Questo nonostante i risultati che Antoci, presidente del parco dei Nebrodi, ha portato in quell’area, dove addirittura il consenso per il candidato pugliese ha raggiunto l’87 per cento a Capizzi e l’82 a Santo Stefano di Camastra, per citare soltanto due esempi.

Ma ancora più all’asciutto resta la fronda a sostegno di Orlando che a Messina aveva ottenuto il 27,9 per cento, dato di poco superiore a quello di Catania (27,8) – e in Sicilia inferiore solo a quello di Caltanissetta – che però ottiene due membri di area Orlando in direzione sui 9 totali siciliani. 

Dopo il congresso di ieri, nella direzione nazionale del Partito democratico, composta da 120 membri, entrano, dunque, nove siciliani, oltre i componenti di diritto Fausto Raciti, segretario regionale, e Rosario Crocetta, in qualita’ di presidente della Regione. Sono quattro renziani “doc”: il sottosegretario Davide Faraone, Pamela Orru’, Venerina Padua e Giancarlo Garozzo. Gli altri sono Giuseppe Lupo (areaDem), Antonello Cracolici (area Orfini), Giuseppe Beretta e Concetta Raia per l’area Orlando e Giuseppe Lumia per l’area Emiliano.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments