MESSINA. Dietrofront, negli stalli blu i portatori di handicap non saranno più obbligati a pagare. Nel giro di una settimana, l’amministrazione comunale compie un’inversione a centottanta gradi e cancella con un colpo di spugna la nota firmata dal dirigente alla Mobilità Mario Pizzino, che di fatto ribadiva il pagamento nei parcheggi delimitati dalle strisce blu anche con la esposizione del contrassegno invalidi. Non perchè Pizzino fosse particolarmente cinico, ma perché lo sosteneva  una sentenza della Cassazione, la numero 21271 del 2009, che il dirigente aveva richiamato sia all’Atm che alla Municipale: la partecipata che gestisce gli stalli e il dipartimento chiamato a farne rispettare i criteri di sosta.

“Mi auguro che la Giunta prenda una posizione politica su questa vicenda”, aveva scritto meno di una settimana fa la consigliera di Cambiamo Messina dal basso Lucy Fenech, facendo eco alle polemiche che si sono inevitabilmente scatenate. Subito accontentata. Perché ieri la giunta ha approvato la delibera di “modalità di fruizione gratuita della sosta dei veicoli adibiti al servizio delle persone invalide negli spazi di sosta a pagamento istituiti nel territorio comunale”.

A cosa si appella la giunta per giustificare una decisione diametralmente opposta a quella del suo dirigente? Ad un articolo contenuto in un decreto del Presidente della Repubblica che risale addirittura al 1992 e poi, attraverso emendamenti e modifiche è arrivato fino al 2012, che recita che l’amministrazione comunale “può prevedere la gratuità della sosta degli invalidi nei parcheggi a pagamento”, aggiungendo però la postilla “qualora risultino già occupati o indisponibili gli stalli a loro riservati”.

La delibera, di fatto, formalizza le previsioni del decreto e di conseguenza consente la sosta gratuita. E Pizzino? Non ha ovviamente nulla in contrario. E, da dirigente chiamato ad apporre il visto di regolarità tecnica, rifacendosi alle norme sui provvedimenti in tema di autonomie locali, esprime parere favorevole. 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments