BUTERA (GELA) – Metri di dune completamente azzerati. Ignorando completamente il vincolo naturalistico, infatti, tutta l’area è stata spianata per ampliare il lido del resort Sikania, di proprietà della Falconara Srl, il cui legale rappresentante è Pietro Franza, adesso indagato per inquinamento ambientale e distruzione di bellezze naturali, assieme a Nardo Filippetti, gestore della struttura dal 2014.

Ma tutto nasce nel 2006, quando i Franza acquisiscono il terreno del Comune di Butera e la concessione edilizia. C’è il vincolo naturalistico sulle dune ma non impedisce l’attività imprenditoriale, a patto di rispettare delle prescrizioni, ovvero l’accesso al mare può avvenire solo su una passerella di legno removibile, niente di più. Così la Falconara affida i lavori di costruzione del Resort ad un’altra società stavolta facente capo ad Olga Mondello, madre di Pietro. Ma dal 2006 ad oggi la conformazione delle dune si trasforma progressivamente fino alla spianata attuale. Questo risulta dalle indagini della Compagnia della Guardia di finanza di Gela attraverso il raffronto delle immagini satellitari rilevate dal 2006 ad oggi, dallesame delle planimetrie acquisite sia dall’assessorato al Territorio che dal Demanio Marittimo di Caltanissetta, e dai rilevamenti fotografici aerei.

Dal 2014 i Franza, pur mantenendo la proprietà, danno in gestione la struttura alberghiera alla Eden Srl, il cui legale rappresentante è Nardo Filippetti, che gestisce l’albergo. Dal 2014 ad oggi la spianatura, iniziata dopo il 2006, diventa definitiva, secondo i finanzieri.

Per questo il Resort è stato sequestrato dalla procura di Caltanissetta, su richiesta del pubblico ministero, Ubaldo Leo, accolta dal gip, Paolo fiore.

La perizia tecnica ha per fortuna escluso la possibilità di un danno irreparabile, sebbene la previsione per il ripristino dello stato naturale delle dune sia di almeno 10 anni. Nel frattempo l’attività del villaggio turistico è stata affidata ad un amministratore giudiziario che curerà l’aspetto delle bonifiche necessarie e che permetterà la normale operatività della struttura. 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments