MESSINA. Il Dalai Lama a Messina terrà due sessioni al teatro Vittorio Emanuele: la prima dedicata all’incontro tra i popoli e si legherà ovviamente alla vicenda dei migranti, elle dinamiche di pace che scaturiscono quando i popoli si incontrano e non si scontano. La seconda, riguarderà la funzione educativa dei giovani, tema sul quale Renato Accorinti, (sindaco di Messina e fervente seguace degli insegnamenti del Dalai Lama e della causa del Tibet) da professore di Educazione fisica alla scuola media Drago, ha da sempre spinto molto.

L’attuale Dalai Lama, il quattordicesimo, leader spirituale del Tibet e premio Nobel per la pace, è Tenzin Gyatso, e sarà in Sicilia dal 16 al 18 settembre, a Messina, Taormina e Palermo, dove è stato invitato dal Comune e dal sindaco Leoluca Orlando.

La notizia dell’arrivo a Messina e Taormina del Dalai Lama l’aveva data Renato Accorinti dal palco del teatro antico di Taormina durante la premiazione dei Nastri d’Argento, con contorno di polemiche. Polemiche che sono continuate alla notizia che per assistere alla conferenza del Dalai Lama c’è un biglietto da pagare.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments