MESSINA. Mentre il programma della visita a Palermo è già stato definito, quello della visita a Messina e provincia del Dalai Lama ha poche certezze, che non provengono dal sito ufficiale italiano (www.dalailama.it), ma dai circuiti di vendita dei biglietti. Il 16 settembre alle ore 9 del mattino, infatti, è previsto al Teatro Antico di Taormina l’incontro con Sua Santità. Il prezzo? Platea numerata 30 euro, gradinata non numerata, 10.

 

Dalai Lama, costo biglietti

 

La sola ufficialità regalata dal sito, al momento, è che Tenzin Gyatso sarà prima nell’area di Messina, il 16, e poi a Palermo, il 18. Dall’annuncio del sindaco Renato Accorinti durante la premiazione dei Nastri d’Argento, invece, è emerso che, il 17, dopo la tappa taorminese, Sua Santità sarà al Teatro Vittorio Emanuele.

Nel capoluogo della Sicilia, il Dalai Lama tornerà a distanza di oltre vent’anni (nel 1996 ricevette la cittadinanza onoraria). La visita a Palermo è organizzata dal Comune con la collaborazione di Nadia Speciale per Barbera & Partners, con la partecipazione e il sostegno del Centro Buddhista Muni Gyana che pochi mesi fa ha trovato una sede a Pizzo Sella, in un bene confiscato alla mafia e assegnato dall’amministrazione comunale. La mattina del 18 settembre è prevista una conferenza pubblica del Dalai Lama sull’Educazione alla gioia. Il titolo nasce da “Il Libro della Gioia” sul dialogo tra due Nobel per la Pace, Sua Santità il Dalai Lama e Desmond Tutu, arcivescovo sudafricano. Il libro è stato scritto da Douglas Abrams.

Subito dopo Palermo, il tour italiano del Dalai Lama proseguirà in Toscana, a Firenze (dove inaugurerà il Festival delle Religioni) e a Pisa (per partecipare simposio internazionale “The Mindscience of Reality”).

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments