Archivi della categoria: Down

Promesse di voti in cambio di assunzioni e turbativa d’asta nella gara da quasi cento milioni per la gestione del Cara di Mineo. Sono i reati contestati dalla procura etnea, che ieri ha emesso 17 richieste di rinvio a giudizio per altrettanti indagati coinvolti nell’inchiesta. Fra loro anche il sottosegretario all’Agricoltura e leader del Nuovo Centrodestra.

Tempi cupi per la formazione professionale in Sicilia. La revoca dell’accreditamento per l’Anfe, uno degli enti storici, sotto inchiesta per aver incassato contributi comunitari e fondi pubblici per circa 53 milioni di euro, rischia di lasciare per strada 660 addetti, che andrebbero a sommarsi ai 4.700 disoccupati su un totale di 8.250 dipendenti degli enti. 

La Corte d’Appello ha dichiarato prescritto il reato di turbativa d’asta nei confronti dell’ex sindaco del comune di Milazzo. In primo grado fu condannato per aver fatto pressioni sulla comandante dei vigili urbani riguardo l’assegnazione di una gara. Ma Italiano non ride perché dovrà pagare spese processuali, legali e un risarcimento alla comandante Giuseppa Puleo che si è costituita parte civile.

ll deputato dei 5Stelle è accusato di essere “l’istigatore” degli 11 esponenti pentastellati che confezionarono le firme false a sostegno delle candidature per le Comunali del 2012. Lo  hanno scritto il procuratore aggiunto Dino Petralia e la sostituta Claudia Ferrari nel provvedimento di chiusura delle indagini. Gli indagati sono 14, fra i quali lo stesso Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino.

Nel corso di un’udienza per far spostare un suo processo da Messina a Reggio, non avendo ottenuto il provvedimento, il sindaco di Santa Teresa ha revocato il mandato ai suoi legali Carlo Taormina e Tommaso Micalizzi.  “È stato un necessario espediente tecnico per consentire al Collegio Giudicante di rinsavire”, ha specificato il giorno successivo in una lettera, rimettendo i due legali in sella.    

Accusato di associazione per delinquere e di favoreggiamento dell´immigrazione clandestina, il cittadino eritreo è stato arrestato questa mattina a Fiumicino. Negash è stato indagato nell’inchiesta Glauco II che ad aprile 2015 aveva consentito di smantellare un sodalizio criminale responsabile di aver favorito l´immigrazione illegale di centinaia di migranti.

Nuovi guai giudiziari per l’ex presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo. La Procura di Caltanissetta ha aperto un nuovo filone d’inchiesta sulla gestione dei beni confiscati alla mafia su presunte irregolarità nella gestione del patrimonio del boss Maranzano. Fra gli indagati Lorenzo Caramma, e l’amministratore giudiziario Gaetano C. Seminara.  

370 mila euro di grane per l’assessorato regionale all’Agricoltura. Si tratta dei soldi che il governo regionale dovrà risarcire agli esclusi dal bando 2012 sull’agricoltura biologica,  giunto alla graduatoria finale ma bloccato dal ricorso di una cinquantina di partecipanti. L’alternativa? Dover rinunciare a 100 milioni di euro di finanziamenti europei, bloccati dal Tar.

Quattrocento esuberi e la chiusura di ottanta filiali.  Sono le conseguenze del nuovo piano di riorganizzazione di Unicredit, che ridurrà ancora la forza lavoro dell’ex Banco di Sicilia  e provocherà ulteriori perdite di posti di lavoro (sono circa novemila negli ultimi vent’anni)

Rinvio a giudizio per l’ex patron del Calcio Catania e di Windjet, imputato, insieme ad altre 16 persone, per bancarotta fraudolenta in relazione al dissesto della compagnia aerea low cost, ammessa alla procedura di concordato preventivo con un passivo di oltre 238 milioni di euro