MESSINA. La Sicilia è la regione d’Italia che ottiene più “bandiere verdi”, il riconoscimento che premia le spiagge a misura di bambino, ma Messina (che invece fa il pieno di bandiere blu) resta ai margini, ed entra in graduatoria solo grazie alla provincia, con Giardini Naxos e Lipari.

Con ben diciotto bandiere, la Sicilia è insieme alla Calabria la regione in cui sono presenti più spiagge dedicate alle famiglie con bimbi: tutte le spiagge verdi 2020 sono state riconfermate per il 2021, e se ne sono aggiunte di nuove, due, entrambe in Sicilia: Sampieri nel comune di Scicli e Tonnarella nel comune di Mazara del Vallo.

I litorali premiati dall’iniziativa sono Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara località Tre Fontane, Torretta Granitola (Trapani), Casuzze, Punta Secca e Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Marina di Lipari, Acquacalda, Canneto (Messina), Marina di Ragusa, Marsala Signorino (Trapani), Mondello (Palermo), alcuni punti della Plaja di Catania, Porto Palo di Menfi (Agrigento), Pozzallo zona Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Vendicari (Siracusa).

I requisiti per ottenere il riconoscimento sono essenzialmente spiagge conspazi fra gli ombrelloni e acqua che non diventi subito alta, presenza di attività ludiche, servizi dedicati ai bambini e alle famiglie

Sono in totale 2.753 i pediatri italiani e stranieri che in 14 anni hanno partecipato alla ricerca da cui nasce l’iniziativa delle bandiere verdi, ideata nel 2008 dal pediatra Italo Farnetani. Quest’anno la cerimonia di consegna delle 148 Bandiere verdi si terrà ad Alba Adriatica il 10 luglio

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments