MESSINA. “La vicenda della mancata individuazione a Messina della sede dell’Autorità Portuale del Tirreno Meridionale e dello Stretto evidenzia un grave difetto di considerazione di un intero territorio, della storia e della stessa consistenza dei porti di Messina e di Milazzo”. Inizia così l’appello indirizzato al Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio  per il mantenimento della sede della governance dell’Autorità Portuale del Tirreno Meridionale e dello Stretto nella città peloritana. Il documento, che porta la firma di firmato da Alessandro Russo, Francesco Palano Quero, Giuseppe Laface e Liliana Modica, sarà sottoscrivibile dai cittadini messinesi in maniera trasversale già dalla giornata di domani.

“Sgombrando il campo da ogni istanza o pulsione campanilistica – proseguono i firmatari – riteniamo che esistono ragioni di forma e di merito affinché il Governo nazionale ed il Ministro Delrio in particolare possano ancora intervenire affinché sia riconosciuta a Messina, alla sua storia portuale e a quella della sua Autorità Portuale, la medesima dignità che è stata riconosciuta prima a Salerno e proprio in questi giorni a Catania, con la individuazione nella città etnea della sede dell’Autorità Portuale del Mare di Sicilia Orientale di Catania ed Augusta. I fatti hanno dimostrato che, oltre a non esserci alcun ostacolo di merito poiché i volumi dei porti di Messina e Milazzo continuano ad essere assolutamente significativi, non ci poteva essere e ancora non c’è alcun ostacolo legislativo, tanto ciò vero che Catania, pur non essendo porto “core“, è stata individuata come sede della nuova Autorità”. 

“Nella totale assenza della naturale opera di rappresentanza ed intermediazione politica da parte della deputazione messinese che se ne è occupata, anzi preso atto del fallimento di chi se ne è occupato direttamente o indirettamente lanciando non più tardi di un mese fa sterili strali – si legge nell’appello – facciamo pertanto un accorato appello al Presidente del Consiglio Gentiloni ed al Ministro Delrio in particolare affinché la sede dell’Autorità Portuale del Tirreno Meridionale e dello Stretto (peraltro di Messina) venga individuata nella città di Messina, già sede dell’Autorità soppressa. Convinti che la nostra richiesta sia non solo opportuna ma dovuta nel senso della difesa delle tradizioni storiche e consolidate della nostra Città, chiediamo ai Messinesi di unirsi all’appello e di rendere più forte la voce a difesa di Messina”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments