MESSINA. «Ormai da più di un anno gli arbitri di Messina sono costretti ad allenarsi in mezzo alla strada o nella corsia del tram: una situazione inaccettabile che penalizza l’intero settore, compromettendo la preparazione sportiva in vista degli incontri e mettendo a repentaglio la loro incolumità». Così, in una nota, il capogruppo del M5s Andrea Argento, che chiede al sindaco Cateno De Luca e all’assessore allo Sport Francesco Gallo di trovare al più presto una soluzione, invitandoli a mettere a disposizione della sezione Aia cittadina una struttura adeguata, come avviene in tutto il resto d’Italia.

«Nonostante le varie segnalazioni dei mesi scorsi, riprese anche dalla stampa (qui un articolo di LetteraEmme, ndr) – prosegue – ancora oggi gli arbitri cittadini non hanno un posto in cui svolgere la loro preparazione e non hanno la possibilità di accedere agli impianti comunali, trovandosi obbligati ad allenarsi sul cemento, con tutto ciò che ne consegue».

«Un vero e proprio paradosso, considerando per di più l’alto valore degli arbitri cittadini, fra i massimi esponenti dello sport messinese, a partire da Alberto Santoro, nominato di recente miglior arbitro della Sicilia, che dallo scorso settembre dirige le partite del campionato di calcio di serie A e B», conclude.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments