L’ex parlamentare del Pci, direttore di dipartimento di civiltà antiche all’università di Messina, Mario Bolognari è di nuovo sindaco di Taormina. Al terzo mandato alla guida della perla dello Jonio che aveva già governato dal 1993 al 2002. Tonfo per il candidato dei cinquestelle, Eddy Tronchet che arriva terzo.

Vittoria sicura per l’ex senatore Bruno Mancuso, di Fdi dal 2017, Pdl prima, a Sant’Agata di Militello, dove è stato già sindaco nel 2004 e nel 2009.

A Tusa, vince l’avvocato penalista Luigi Miceli, componente dell’organismo di controllo Unione camere penali italiane e componente dell’Osservatorio di sanità penitenziaria come esperto nominato dall’assessore regionale alla Salute. Miceli è in continuità con la maggioranza uscente e con l’uscente Angelo Tudisca che ha voluto dare la cittadinanza onoraria a Rosario Crocetta nel 2013, residente a Tusa.

A Montagnareale vince Rosario Sidoti, fratello dell’uscente Anna, a processo per i progetti fantasma al Cas, già a processo per abuso d’ufficio per un incarico di progettazione dato alla cugina.

Fondachelli Fantina, vince l’uscente Marco Pettinato, che assieme al padre Franco Pettinato, è indagato per ipotesi di truffa e maltrattamenti sarebbero avvenuti nel corso della gestione dei due Centri di prima accoglienza per migranti realizzati dal Comune

A Scaletta Zanclea non ce la fa l’ex sindaco Mario Briguglio, assolto in appello per l’alluvione di Giampilieri, che colpì anche il suo Comune, viene battuto da Gianfranco Moschella col 63,59 % dei voti.

Dopo aver amministrato per dieci anni Gualtieri Sicaminò. Matteo Sciotto conquista la poltrona di sindaco a Santa Lucia del Mela.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments