MESSINA. Restituire decoro alle zone degradate della città puntando sui servizi, sulla creazione di aree verdi nelle tante aree di proprietà comunale abbandonate e sulla bellezza, sulla scia di quanto fatto a Librino da Antonio Presti. Secondo il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Gaetano Sciacca, la crescita di Messina “non può prescindere dalla riqualificazione dei quartieri a rischio, con costanti e metodiche opere di messa in sicurezza del territorio e migliorie all’arredo urbano”.

Progetti concreti, realizzabili in tempi brevi senza inutili sprechi di denaro, da nord a sud, sono la soluzione indicata: “Il nostro intento è istituire un ‘assessorato alle periferie’ che si occupi di ridare dignità ai tanti cittadini costretti, loro malgrado, a vivere in condizioni fatiscenti. È necessario ripartire dalle centralità delle scuole, delle parrocchie e dei centri sportivi come presidi di legalità, ma anche dalla forza simbolica e catartica dell’arte, che non è un fine ma un mezzo di riscatto”, spiega Sciacca, che intende bandire un concorso di idee e invitare artisti locali e internazionali per riqualificare quelle porzioni di città dove si vive nel disagio, coinvolgendo la cittadinanza e le tante realtà virtuose che operano sul territorio.

È “qualità della vita” la parola chiave del candidato pentastellato, fermamente contrario al modello dell’Istituto Autonomo Case Popolari (Iacp) e al “trasferimento forzato di inermi cittadini che vivono in contesti caratterizzati dalla forte connotazione umana in orrendi edifici multipiano”: “Gli abitanti chiedono di poter vivere in una città di cui non debbano provare vergogna. I loro problemi sono le buche per le strade, i rifiuti, l’incuria, le erbacce incolte, la viabilità, per tacere di barriere architettoniche e scarichi fognari. Il nostro obiettivo, ma anche il nostro dovere morale, è rispondere innanzitutto alle richieste dei cittadini, evitando di prenderli per i fondelli con “effetti speciali” che servono solo a fare clic sui social. Negli ultimi giorni ho letto proposte che mortificano l’intelligenza delle persone, concepite senza alcun criterio. L’ho già detto e lo ripeto: bisogna avere rispetto della politica e soprattutto degli elettori”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments