MESSINA. Era stato aggredito da un connazionale il senzatetto morto a Messina lo scorso 5  gennaio. È ciò che è scaturito dalle indagini, condotte dalla compagnia provinciale dei Carabinieri di Messina, sul decesso del 46enne rumeno George Chiralla. Un suo connazionale, Sorin Curduban, 48enne, anche lui senzatetto, è stato sottoposto a fermo per il furto di 500 euro, rubati a Chiralla strappandoglieli dalle mani a furia di percosse. Al momento Curduban è sottoposto a fermo con l’accusa di rapina. Per capire se le cause del decesso siano da imputare all’aggressione bisognerà attendere l’esito dell’autopsia disposta dalla procura.

Secondo le ricostruzioni dei carabinieri, Chiralla era un ex camionista che viveva alla stazione ferroviaria nonostante usufruisse di una piccola pensione. In previsione dei giorni più rigidi di gennaio, l’uomo si era trasferito nei locali abbandonati dell’ex Standa, di fronte agli imbarcaderi della Caronte, dove viveva anche il suo connazionale. Curduban, a conoscenza della pensione di Chiralla, gli  avrebbe chiesto dei soldi in prestito, e al rifiuto del senzatetto lo avrebbe picchiato sottraendogli i soldi con la forza poco prima che l’ex camionista esalasse l’ultimo respiro.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments