MESSINA. Riceviamo e pubblichiamo un intervento del presidente dell’associazione “Piazza Cairoli” Marco Bellantone, che dà il “benvenuto” al prossimo restyling del salotto buono cittadino, chiedendo l’istituzione di un tavolo tecnico di confronto con i commercianti: «Valuteremo il progetto esecutivo non appena questo sarà nella nostra disponibilità».

Di seguito il contenuto integrale:

«Vogliamo porgere il nostro più forte assenso a tutte le iniziative che, rivolte alla cura ed alla progettualità definitiva per la Piazza cui rivolgiamo le nostre attenzioni ed a tutto il centro Cittadino, mirano ad aumentare l’appeal di queste zone e di conseguenza aumentano le opportunità per gli operatori economici e per i Cittadini che vorranno trascorrere le loro ore libere in un luogo curato e sempre più evoluto. Certi che il progetto di restyling di Piazza Cairoli sia una grande conquista per la città tutta, vogliamo ricordare a tutti che l’Associazione Piazza Cairoli spinge in questa direzione da oltre tre anni. Abbiamo cominciato con la sostituzione dell’assito in legno che era totalmente inadeguato e pericoloso per il passaggio delle persone, abbiamo fatto in modo che i lavori, ben coordinati dagli architetti Nino Principato e Salvatore Coraci del Comune di Messina, fossero fatti in un periodo poco impattante per gli operatori, abbiamo seguito il loro svolgimento e siamo stati molto sorpresi che nessun ritardo è stato accumulato, la consegna delle aree della Piazza fu fatta in perfetta linea con le date stabilite dall’appalto.

Il ruolo che l’associazione Piazza Cairoli e che gli iscritti ad essa vogliono ribadire è che, al netto dei cambi di amministrazioni e di interlocuzioni varie, teniamo alle aree di cui ci occupiamo perché sono fulcro della vita sociale ed economica della Città, termometro affidabile delle tendenze e delle variazioni economiche del territorio. La piazza ha sempre dimostrato un appeal non comune risultando essere un unicum in tutta la nostra bellissima città.

Al solo fine di preservare questo ruolo, lungi da noi voler giudicare o commentare a sproposito su iniziative o istanze provenienti da altre associazioni o cittadini, valuteremo il progetto esecutivo non appena questo sarà nella nostra disponibilità (faremo richiesta per poterlo ricevere lunedì 20 Gennaio). Una valutazione assolutamente propositiva e, come sempre, volta a condividere esperienze e indicazioni da parte di chi la piazza la vive da oltre 50 anni attraverso le vetrine che su questa storicamente affacciano e che da sempre sono state fulcro della vita economica e culturale Messinese.

Un punto su tutti sarà capire quando si immagina di far partire il cantiere, quali le modalità di parzializzazione degli accessi alle aree, i metodi di chiusura, le aree selezionate, quali le priorità stabilite, certezza dei fondi, certezza sulla possibilità di errori di valutazioni: insomma un concreta attenzione sulle modalità di gestione del cantiere, delle priorità ed ancor più importante l’individuazione preventiva delle possibili criticità per la creazione di percorsi o soluzioni rapide e condivise in via preventiva.

Premettendo che l’interesse primo per il bene comune ci porta a post porre ogni altro argomento, auspichiamo che nel brevissimo periodo si possa dare spazio a queste nostre richieste e si possa istituire un Tavolo Permanente di Confronto su questa e sulle future sfide che questa importante porzione del territorio cittadino si appresta ad affrontare, anche grazie ai continui stimoli che cerchiamo di trasformare in iniziative per la crescita e il riaccendersi della nostra vita sociale, culturale ed economica nella nostra agorà cittadina».

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments