Servizio di Andrea Denaro e Claudia Mangano

MESSINA. È partita ormai da qualche giorno la campagna di adozione “last minute” dei volontari del Rifugio Don Blasco, a breve “svuotato” dei cani che verranno trasferiti presso il canile Millemusi, sempre situato a Messina ma in periferia, nella zona di Castanea.

L’obiettivo dei volontari, che da anni si occupano di accudire e curare gli animali, è quello di “evitare il trauma del trasferimento, del cambio di equilibri“, trovando una sistemazione definitiva ai cani all’interno di una famiglia che possa accudirli con la loro stessa attenzione. Ma anche cercando solo uno “stallo”, una fase di pre-adozione durante la quale gli amici a quattro zampe verrebbero accolti in una casa in attesa di una famiglia. Per quest’ultima soluzione, però, i volontari chiedono anche un aiuto economico, in quanto la pre-adozione ha un costo.

Attualmente sono già stati trasferiti tre cani al canile Millemusi, mentre altri sono riusciti a trovare una famiglia che li accogliesse definitivamente. Qualche altro, invece, sarà trasferito al Nord, dove una famiglia si è resa disponibile per lo stallo.

Lo sgombero della struttura si è reso necessario in quanto è prevista una riqualificazione di tutta la via Don Blasco. Il rifugio, inoltre, in passato è stato oggetto di polemiche legate ai bandi per il trasferimento dei suoi cani e gatti fuori Messina. In molti si sono battuti affinché restassero in città, e fra questi anche il Movimento 5 stelle, che ha chiesto la modifica dell’ultimo bando. Adesso verranno portati al canile Millemusi.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments