Per tutta la sera, fino a oltre le due di mattina, tra il casello di Villafranca e l’uscita di Boccetta, la Messina-Palermo è stata intasata, con file che hanno toccato i sette km e vetture che procedevano a passo d’uomo. In parecchi hanno preferito sostare nelle aree di parcheggio in attesa che il traffico iniziasse a defluire, aspettando praticamente fino a notte inoltrata. Proteste per l’assoluta mancanza di segnalazioni: le uniche due pattuglie si trovavano poco dopo il casello di Villafranca, e segnalavano code, senza dare spiegazioni sull’entità delle file. Nessuno, invece, a presidiare la strettoia che ormai da cinque anni restringe la galleria telegrafo, fino oltre il viadotto Ritiro, in una sola interminabile corsia.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments