Il gup Daniela Urbani ha disposto il rinvio a giudizio  di 22 indagati dell’operazione “Totem” ,l’indagine che ha smantellato il clan di Giostra attivo nell’industria del divertimento e delle scommesse on line ma anche nell’organizzazione di corse clandestine di cavalli. Sono stati rinviati a giudizio al 20 settembre prossimo davanti alla Seconda sezione penale collegiale. Luigi Tibia, considerato il reggente del gruppo mafioso, Paolo Aloisio, Massimo Bruno, Maddalena Cuscinà, Luciano De Leo, Santi De Leo, Francesco Forestiere, Pietro Gugliotta ex vicepresidente dell’Acr Messina, Teodoro Lisitano, Paolo Mercurio, Vincenzo Misa, Giuseppe Molonia, Eduardo Morgante, Antonio Musolino, Natale Rigano (21.8.1981), Natale Rigano (17.9.1981), Giacomo Russo, Carmelo Salvo, Giuseppe Schepis, Calogero Smiraglia, Natale Squadrito e Pietro Squadrito.  Stralciata la posizione di Antonino D’Arrigo e Roberto Lecca per entrambi è stato concesso l’abbreviato condizionato alla trascrizione di alcune intercettazioni. La loro posizione sarà trattata nella prossima udienza fissata a giugno. Associazione di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione, trasferimento fraudolento di valori, detenzione di armi, esercizio abusivo di gioco o di scommessa, corse clandestine di cavalli e maltrattamento di animali le accuse contestate a vario titolo.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments