MESSINA. Si svolgerà alle 10 di sabato mattina, a piazza Unione Europea, la manifestazione «Cateno, te le cantiamo noi», promossa dal comitato spontaneo di cittadini «La città siamo noi», che si schiera contro il sindaco De Luca, con particolare riferimento ai recenti fatti politici e di cronaca: la chiusura/non chiusura delle scuole, le “nuove” dimissioni e le dirette con pernacchie.
«Della sua carriera politica – si legge nell’evento di presentazione – non ci interessa nulla. Può restare, può dimettersi, può diventare Presidente della Regione. Quello che ci interessa è avere un sindaco. Siamo stanchi di emergenze trasformate in dirette. Siamo stufi di dovere aspettare la notte per sapere se i nostri figli andranno a scuola o no. Siamo nauseati dall’essere costretti a guardare dirette infinite per sentire quello che si sarebbe potuto dire in un minuto. Siamo angosciati dalle urla rivolte verso nemici sempre nuovi. Siamo disgustati dalle pernacchie rivolte a cittadini e genitori che chiedono chiarezza delle norme.
Se ad alcuni lo spettacolino immondo del sindaco e degli assessori che ruttano e ridono sembra divertente, per un’altra parte della città questo stesso spettacolo fa schifo. Per giorni siamo state impossibilitate a programmare, a tenere insieme figli e lavoro. Abbiamo dovuto fare mille telefonate, inviare mille messaggi, raccapezzarci in una sovrapposizione di ordinanze che si contraddicevano e che rendevano la nostra vita più complicata di quanto già non lo fosse. Adesso basta Vogliamo un sindaco, non un clown. Vogliamo certezze, non capricci. Vogliamo affidabilità, non finte tragedie.
Sabato 22 gennaio, a Piazza Municipio alle h. 10:30, cantiamogliele a De Luca.
Che un sindaco sia un sindaco (e non un tragediatore)».
guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
franco
franco
21 Gennaio 2022 7:22

sono dei buffoni di corte o sbaglio riferito al comitato