TAORMINA.  Si è tenuta ieri mattina la conferenza stampa di presentazione dei tre capolavori di Antonello da Messina che saranno esposti a Palazzo Corvaja in occasione del G7 insieme all’Ecco Homo del Caravaggio, già presente all’interno dell’allestimento di Unescosites,  mostra ideata e realizzata da Roberto Celli, Ceo di Beni Culturali, inaugurata l’8 aprile.

I tre capolavori di Antonello da Messina sono L’Annunciata di Palazzo Abatellis di Palermo, il Ritratto di ignoto del Museo Mandralisca di Cefalù e la Tavoletta bifronte del Museo Regionale di Messina. 

Quattro autentici capolavori vanno a impreziosire dunque la perla dello Jonio immersa nel palcoscenico del G7, con l’obiettivo di promuovere il patrimonio culturale e variegato dell’isola. «È ragionevole supporre  – ha commentato Roberto Celli – che il Caravaggio durante i suoi studi a Venezia abbia incontrato le opere di Antonello da Messina e probabilmente abbia tratto dal maestro siciliano spunti importanti per i suoi “quadretti di devozione” e la sua arte pittorica».

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments