MESSINA. Il Tar di Catania ha concesso la sospensiva sull’ordinanza del sindaco di Messina Cateno De Luca, che disponeva la chiusura delle scuole e la didattica a distanza da oggi fino al 23 gennaio. Il tribunale amministrativo ha accolto la richiesta del comitato “Scuola in presenza”. Il ricorso è stato depositato alle 3 di stamattina, e lle 14 è stato emesso il decreto del presidente Daniele Burzichelli, inaudita altera parta: il 9 febbraio sarà trattata nel merito con effetto dell’ordinanza però già cessato. L’ordinanza di De Luca è stata ritenuta illegittima, perchè il sindaco assumeva decisioni che travalicano la sua competenza: è facoltà dei primi cittadini di assumere decisioni più restrittive in materia di presenza scolastica, infatti, solo in aree dichiarate zona rossa (Messina e la Sicilia sono ancora in zona gialla). Cosa succederà adesso? Domani il ritorno in classe in presenza, perchè il decreto è immediatamente esecutivo: De Luca, però, potrebbe emanare un’altra ordinanza (ipotesi molto improbabile), e tornare al punto di partenza. Anche quella ordinanza andrebbe quindi impugnata davanti al tar.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments