MESSINA. «A causa dei mancati interventi di scerbatura nelle aiuole adiacenti alle abitazioni, la vegetazione si è ormai riversata nelle strade, trasformando il quartiere in una piccola giungla. Una condizione che favorisce la presenza di topi, zecche e zanzare, oltre a
rappresentare un potenziale pericolo per quanto riguarda gli incendi, per di più in una zona lambita recentemente dalle fiamme». Così, in una nota, il consigliere comunale del M5s Andrea Argento e il consigliere della II Municipalità Paolo Scivolone, che denunciano “le condizioni di degrado dell’area del Piano di Zona a Santa Lucia sopra Contesse”, chiedendo all’Amministrazione interventi urgenti e sistematici.

«I cittadini, ormai esasperati per lo stato di incuria, lamentano la totale mancanza di decoro, a causa soprattutto delle erbacce incolte che hanno preso possesso dei marciapiedi e delle strade, con relative conseguenze dal punto di vista igienico e sanitario. Più volte –
commentano – abbiamo segnalato le problematiche dell’area, così come di
altri quartieri della zona sud, chiedendo una manutenzione costante e ponderata, ma la situazione è sempre più critica. Come abbiamo già specificato, non si risolve nulla con “interventi spot” da pubblicizzare sui social per fare incetta di “like” da Cinisello Balsamo e Voghera:
c’è una bella differenza fra le “narrazioni” su Facebook e la realtà dei fatti, come dimostrano intere aree della città totalmente dimenticate e abbandonate».

«Inoltre, visti gli incendi nelle zone limitrofe, l’abbondante presenza
di vegetazione incolta potrebbe diventare terreno fertile per alimentare
eventuali focolai. Un rischio da scongiurare ad ogni costo: mentre la
città brucia è fondamentale intervenire con urgenza, salvaguardando
l’incolumità dei residenti», concludono

 

.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments