Alessandro Saitta

 

MESSINA. Un tool che automatizza i processi di creazione di business plan per facilitarne la creazione da parte di aziende e startup. È questo il progetto vincitore di Resto a Messina”, il contest ideato dalla D’Amore&Associati in collaborazione con l’Università degli studi di Messina e la BCC Pachino, al fine di promuovere lo sviluppo economico delle piccole e medie imprese innovative che intendono fare impresa nel territorio di Messina e della sua provincia.

Tra le 47 richieste pervenute alla mail di riferimento, è stata scelta l’idea di Alessandro Saitta, giovane sviluppatore messinese con numerose esperienze lavorative nel settore della consulenza e del supporto informatico, tra le quali spicca quella svolta nel 2020 all’Università degli Studi Milano Bicocca.
L’idea nasce nel periodo in cui il vincitore seguiva formazione riguardo i processi di sviluppo di una startup, essendosi reso conto della difficoltà di creare un business plan in autonomia, ha pensato che lo studio D’amore e Associati potesse abbracciare la sua idea in modo da poter supportare anche startupper e piccole aziende.
«Lo strumento del Business Plan – si legge in una nota dello studio- secondo la canonica definizione, è uno dispositivo necessario alla pianificazione e alla gestione aziendale anche utile alla comunicazione esterna, ad esempio verso potenziali finanziatori o investitori. La sua redazione è spesso associata alla collaborazione di diverse professionalità: riferirsi ad ognuno, e raccordare l’intero lavoro, può essere difficile e frustrante.»
«Business Plan Generator – commentano- automatizza il processo di produzione del business plan mediante una semplice procedura guidata di inserimento dei dati. Qualsiasi utente, dal più inesperto al più abile, che potrà personalizzare l’output in modo granulare avendone competenza, sarà in grado di costruire un documento esaustivo e facilmente fruibile in pochissimo tempo. Ad Alessandro Saitta ed alla sua idea di azienda innovativa andrà tutto il supporto tecnico ed economico necessario per lo sviluppo dell’azienda stessa.»
Alessandro Saitta
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments