REGGIO CALABRIA – Un trasporto veloce, diretto e gratuito, ma per dove esattamente? Per un aeroporto che offre davvero pochissimo, è una certezza.

Dopo una rapida ricerca sul sito dell’aeroporto, sui siti delle compagnie e sui siti di ricerca voli, la risposta è stata questa.

Dal sito dell’Aeroporto della Calabria, così risulta su internet dove traccia di Aeroporto dello Stretto non se ne trova mentre l’indirizzo è aeroportidellacalabria.com – dove sciorinano per prima cosa le destinazioni su Lamezia Terme: 20, tra cui destinazioni europee come Londra o Varsavia – quelle da e per l’Aeroporto di Reggio Calabria sono tre: Milano, Roma e Torino.

La compagnia è la Blu – Express che vola su Roma alle 7,30 e alle 16,45 all’andata, con rientro alle 18,45 da Roma, alle 20 sullo Stretto, nella stessa giornata. Non si può volare invece su Milano in un giorno solo ma si è costretti al pernottamento: partenza alle 11,40 e rientro alle 14,10 del giorno dopo cioè alle 15,55 su Reggio.

Su Torino i voli sono di martedì, giovedì e sabato con partenza alle 14,15 e rientro il giorno dopo alle 16,40. Ma nessun voto è prenotabile per novembre.

Per le partenze a ridosso i prezzi si aggirano tra 120 euro per Roma, 170 per Milano e 150 per Torino. A metà novembre c’è un’inflessione ma non troppo significativa, 130 euro circa per Milano e 80-90 euro circa per Roma, di Torino, come si è detto, si è invece persa traccia.

Se ne deduce che i soldi pubblici per rendere gratuito il servizio di trasporto dell’Atam, come da accordo stipulato e presentato ieri in pompa magna dal sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, da quello di Messina, Renato Accorinti e dall’amministratore delegato della Caronte&Tourist, Calogere Famiani, servano per andare a Roma e rientrare in giornata con facilità (anche il giorno dopo, o il mese successivo, per carità).

Il pullman dell’Atam partirà infatti alle 5,30 dal Cavallotti e prenderà la nave della Caronte alle 6, in tempo per il volo delle 7,30 su Roma. Ce ne sarà un altro di ritorno in serata che servirà i passeggeri di rientro alle 20 da Roma.

In sostanza ieri è stata presentato il servizio di trasporto gratuito per i passeggeri – più probabilmente per chi si muove per lavoro in giornata – su Roma.

Non un aiuto per il turismo, si intende, ma una piccola agevolazione per chi viaggia su Roma per lavoro, questo pare.

“Solo un tassello”, lo ha definito Falcomatà. E per il sindaco reggino probabilmente lo è.

Mentre da questa sponda dello Stretto si stenta a capire la ragione di un investimento su un solo volo per un aeroporto che ne ha tre e ne avrà due da novembre, mentre in campagna elettorale – e chi scrive moderava l’assemblea pubblica su questo argomento – si era promesso un collegamento veloce con l’aeroporto di Catania.

 




guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments