Il Teatro Biondo di Palermo apre le porte ai giovani fotografi. In sintonia con il proprio progetto formativo, che guarda a tutti i mestieri dello spettacolo, la direzione del teatro ha deciso di affidare i servizi fotografici di alcuni dei prossimi spettacoli di produzione a giovani fotografi palermitani, offrendo loro la possibilità di confrontarsi con un’esperienza lavorativa nuova e stimolante per il loro percorso professionale.
Allo stesso tempo, il Biondo vuole contribuire in questo modo alla creazione e al sostegno di un vivaio di giovani creativi, che può diventare una risorsa per tutta la città, in sintonia con le iniziative promosse per “Palermo capitale italiana dei giovani 2017”.

I primi a sperimentare il ruolo di “fotografo di scena” saranno Michele Cricchio (23 anni), che fotograferà O come buco, e Rabih Bouallegue (28 anni), che dovrà documentare lo spettacolo Nel nome del padre.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments