MESSINA. Non solo i dirigenti non diminuiscono, come promesso in campagna elettorale, ma addirittura aumentano. Il comune di Messina, infatti, ha lanciato un bando per la figura di dirigente “extra dotazione organica”, a tempo pieno ma non indeterminato, che si andrà a sommare a quelli (diciannove) già presenti a Palazzo Zanca: il suo incarico dovrebbe durare tre anni.

Era stato un cavallo di battaglia del sindaco Cateno De Luca in campagna elettorale quello di ridurre il numero di dirigenti, anche di parecchio (in realtà c’è stata una serie di modifiche all’organigramma con la creazione di quattro macroaree), invece di figure dirigenziali ne arriva uno nuovo.

Di cosa si occuperebbe il nuovo dirigente? Di un nuovo dipartimento, fino ad oggi non previsto e quindi creato ad hoc: Coordinamento fondi extracomunali, che avrà giurisdizione su “Programmazione, gestione e monitoraggio dei fondi extracomunali, e supporto ai dipartimenti per lo sviluppo di progetti a valenza strategica per la costruzione di un parco progetti a valenza su fondi europei, nazionali e regionali”.

Il suo costo, specifica la delibera, “sarà coperto dai fondi destinati dall’assistenza tecnica nell’ambito dei Pon e Por (programmi operativi nazionali e regionali), e il ruolo sarà “extradotazione organica che ha carattere temporaneo”. Il nuovo dirigente, poi, sarà alle dirette dipendenze del sindaco, nella macroarea che comprende anche  Polizia municipale, Avvocatura, Protezione civile e Servizi informative (le atre tre macroaree sono la tecnica, l’amministrativa e la finanziaria).

E la riduzione? Palazzo Zanca attualmente possiede 23 dipartimenti e 19 dirigenti, quattro dei quali reggono, oltre al loro, un altro dipartimento ad interim. “Riduzione dei dirigenti START !  dagli attuali 23 dirigenti si scende a 13 dirigenti con un risparmio di oltre un milione di euro annui”, aveva annunciato De Luca poco più di un mese fa, all’atto di approvazione dello schema di una nuova struttura organizzativa dell’ente che entrerebbe in vigore a dicembre. Dall’organigramma allegato alla delibera con cui si annuncia un nuovo dirigente, però, i dipartimenti rimangono uguali. In aiuto a De Luca, però, potrebbero arrivare quattro pensionamenti di altrettanti dirigenti, e la scadenza di contratto, al 31 dicembre, per Loredana Carrara e Domenico Zaccone, dirigenti a tempo determinato assunti tre anni fa.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments