MESSINA. È La Stanze della Nonna il gruppo vincitore della selezione siciliana dell’Arezzo Wave, storico festival musicale che si svolge da 35 anni nell’omonima città toscana. «Noi siamo cresciuti da sempre con il desiderio di partecipare all’Arezzo Wave. – dichiara Gianluca Fontanaro, frontman e voce della band messinese – Il concorso, il festival sono sempre stati visti come un obiettivo da raggiungere». Il gruppo ha presentato ai giurati della competizione tre loro brani: i due singoli “Teresa” e “Gridare in Coro”, e “Torri, cattedrali, strade e cimiteri” dal loro ultimo album.

Oltre a La Stanza della Nonna, nelle scorse edizioni dell’Arezzo Wave ci sono stati altri messinesi che hanno trionfato nelle selezioni regionali: i Les Spritz e i Basiliscus P. Oltre a loro, sul palco toscano hanno suonato i Big del rock e dell’alternative a livello italiano come i Fast Animals and Slow Kids, e gli Amari. «Ora siamo stati selezionati e ci spetta la finale con le band finaliste regionali l’8 e il 9 ottobre a Cavriglia nella provincia di Arezzo.- continua Fontanaro – Per noi è un orgoglio perché negli anni è stato un festival che ha fatto crescere e ha portato sulla scena chi ha partecipato. L’obiettivo nostro adesso è vincere la finale».

Ma chi sono La Stanza della Nonna? I nonni (così come gli piace essere chiamati) sono Gianluca Fontanaro (voce, chitarra), Claudio D’Iglio (chitarre), Giuseppe Ruggeri (basso), Bruno Di Sarcina (tastiere e synth) e Claudio La Rosa (Batteria). Il gruppo nasce dieci anni fa a Messina e prende il nome dal luogo dove i primi componenti si riunivano per provare. Dopo la pubblicazione del primo album nel 2015, intitolato “La Stanza della Nonna”, la band inizia a girare per tutta l’Italia. Nel 2019 esce il loro secondo album, “Dove gli occhi non possono arrivare” e tra un lockdown e un altro collaborano a vari progetti musicali quali “Doppelganger #2 marchiata Trovarobato“. Nel 2021 pubblicano il singolo “Gridare in Coro” e nel 2022 “Teresa”. Attualmente i nonni stanno lavorando a nuove canzoni presso il Dalek Studio di Messina e sono sotto l’etichetta messinese Tuma Records.

 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments