MESSINA. Il primo attesissimo spettacolo della nuova stagione teatrale ai Magazzini del Sale è “Lo zompo”. Il sipario si apre domenica 22 con due repliche, una alle 18 ed una alle 21. Si tratta di una produzione de Teatrino Controverso , centro di sperimentazione teatrale e Tmo (Teatro Mediterraneo Occupato, Palermo), scritto diretto ed interpretato da Rosario Palazzolo.

Lo zompo è la prima mossa della quadrilogia dal titolo Santa Samantha Vs – sciagura in quattro mosse, un racconto corale che si svilupperà intorno alla figura di Samantha, una bambina e poi una donna che nasce a Palermo e che a Palermo vive un’esistenza minima, fatta di cugine, di santissime marie, di credenze popolari che l’incoronano suo malgrado Madonna in terra, obbligandola a dispensare miracoli. Una sorta di narrazione seriale, un rompicapo psicanalitico, una violenza gratuita, un sortilegio sociale.

Nunzio Pomara è un uomo fragile, insicuro, ma di una potenza linguistica formidabile; un uomo tenace, anche, che letteralmente zompa nel teatrino parrocchiale in cui sta per iniziare l’immancabile appuntamento mensile detto Della Rivelazione e obbliga l’uditorio – ovvero i miracolati – ad ascoltarlo, urlando e sospirando tutto il suo odio per una cultura del niente che pretende di determinare le esistenze, di ancorarle alla tradizione, di misurale col metro rotto di una Madonna che piange per il mondo intero. Ma il mondo intero è davvero troppo intero per poterlo contestare, e difatti saranno accuse forti e mirate come un bel buco nell’acqua.

Rosario Palazzolo artista palermitano è autore teatrale e di prosa, oltre che regista ed attore; la sua attività artistica comincia nel 2002 e prosegue in un susseguirsi dei successi ed affermazioni che lo hanno portato nel 2017 ad essere insignito del Premio Nazionale della Critica per la sua attività di drammaturgo.

E’ necessaria la prenotazione nelle seguenti modalità: messaggio in segreteria telefonica allo 090 2924580; messaggio whatsapp al 339 5035152; mail su info@teatrodeinaviganti.it

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments