MESSINA. Una donna di 34 anni è stata fermata dalla squadra mobile di Catania per la morte di Ylenia Bonavera, la 24enne, deceduta due giorni fa all’ospedale Garibaldi. Il provvedimento, che ipotizza il reato di omicidio, è stato emesso dalla Procura.

La donna, che ieri si è presentata alla polizia accompagnata dal suo legale di fiducia, l’avvocato Giovanni Chiara, ha sostenuto di avere agito per legittima difesa. Secondo quanto riferito dal suo difensore, l’indagata ha detto di essere stata ferita da Ylenia a un occhio, che le sanguinava, dopo che l’aveva rimproverata perché, a suo dire, era ancora una volta in preda all’uso di droga e alcool. La vittima aveva in mano una bottiglia di birra con la quale, ha aggiunto la donna, avrebbe cercato di colpirla ancora e per questo avrebbe preso un coltello da cucina, che aveva in auto, e l’avrebbe usato per difendersi e poi è andata via. La Procura di Catania nel pomeriggio affiderà l’incarico per l’autopsia che sarà eseguita domani. L’aggressione è stata ripresa da un passante con un telefonino e acquisito agli atti dell’inchiesta.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments