MESSINA. Ieri, LetteraEmme pubblicava questo articolo, in cui si raccontava, con tanto di cronologia fotografica, di un serbatoio dell’acqua blu per uso domestico rimasto per un mese intero accanto ai cassonetti di Corso Cavour, all’incrocio con viale Boccetta, senza che Messinambiente lo raccogliesse. Un mese, trenta giorni esatti.

Stamattina, arriva un messaggio di Natale Cucè, a capo della “task force” che Messinambiente ha messo in piedi per fronteggiare l’emergenza della spazzatura che viene regolarmente svuotata dai cassonetti mentre per strada, a volte per settimane , rimane quella che gli autocompattatori non possono raccogliere. Nel giro di un giorno dall’articolo, al serbatoio lì da un mese si erano aggiunti altri rifiuti: bancali e tavole di legno, scatole di cartone, lastre di gesso. Tutto rigorosamente fuori dai cassonetti.

Il messaggio Di Natale Cucè contiene quattro foto: la situazione prima e dopo l’intervento della task force. “Buongiorno, grazie per la segnalazione di ieri. Vi mando la foto di oggi. Task Force Vs. Incivili 1 – 1. E di queste partire ne giochiamo cento al giorno, forse di più. Saluti. Natale Cucé

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments