MESSINA. Pedonalizzazione di una vasta area della città (la più vasta di sempre) propedeutica a un cambiamento di paradigma nella viabilità e nella mobilità della città, parcheggi con tariffe agevolate, bus navetta , “dobbiamo ragionare in maniera differente per garantire questo passaggio che mi rendo conto non sarà indolore”. Il sindaco Federico Basile non perde tempo, e spiega, senza mai dirlo, che indietro non si tornerà: Messina sarà massicciamente pedonalizzata, tolta alle auto e restituita ai cittadini, e infatti ha parlato di “rivoluzione culturale“, che inizierà a partire dall’8 dicembre con la pedonalizzazione natalizia di tutta la via Primo Settembre e della parte bassa di viale San Martino dalle 20 alle 5 del giorno successivo, e del viale San Martino a da piazza Cairoli a via Santa Cecilia, e i controviali della parte bassa del viale San Martino (in maniera permanente), ha confermato il vicesindaco e assessore alla Mobilità Salvatore Mondello. Saranno “rinforzati” i parcheggi Zaera, cavalcavia e Cavallotti, che costeranno 2,50 euro al giorno, e che saranno dotati di navette che risparmieranno agli automobilisti i 250-300 metri dai parcheggi alle isole pedonali. Ci saranno anche abbonamenti per la Ztl, mensile, semestrale e annuale, con sconti che arrivano anche al 30% cumulativo. La fase “sperimentale” terminerà con la fine delle festività natalizie, l’8 gennaio, e servirà da prova generale per la successiva pedonalizzazione definitiva. In questa rivoluzione si innesta l‘iniziativa della mobilità sostenibile che l’Atm organizzarà dal 15 al 18 dicembre: tutta l’area pedonale di viale San Martino e piazza Cairoli ci sarà un’esposizione di auto, moto, biciclette e monopattini elettrici. E poi expo di auto e moto storiche, di vetture elettriche da competizione, e di tutto ciò che riguarda la mobilità sostenibile del futuro.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments